Scienze

Il potenziamento dell’area matematica e logico-scientifica ci è stata indicata dai risultati del recente Rapporto di Autovalutazione dell’Istituto, come obiettivo strategico per il miglioramento della nostra offerta formativa: è perciò con particolare cura che l’istituto intende porre la sua attenzione su questo polo nevralgico. Il concetto di numero e la geometrizzazione degli spazi sono tra i primi strumenti con i quali, fin dall’infanzia, le persone entrano in relazione con il mondo che le circonda. Essi sono però anche potenti mezzi per l’elaborazione progressiva di un pensiero astratto che, a partire da oggetti numerabili e dotati di forma, impara ad elaborare concetti che li trascendono, come, appunto, quelli di quantità, proporzione, rapporto, dimensione e forma. Il pensiero astratto, poi, come è ovvio, diventa dotazione fondamentale per operazioni di categorizzazione e progettazione estensibili ad ogni ambito dello scibile, così come – in senso più lato – per l’elaborazione di riflessioni logiche, estetiche, etiche e così via.

Le capacità logiche che le discipline matematiche contribuiscono a sviluppare, poi, diventano ancora più potenti e utili, specie nel mondo attuale, se unite a solidi rudimenti delle principali discipline scientifiche. Queste conoscenze, infatti, permettono una più solida comprensione del mondo naturale e di gran parte delle attività dell’uomo. Nell’acquisizione di queste nozioni e nell’elaborazione di queste competenze, è, secondo noi, particolarmente indicato e proficuo un approccio laboratoriale, in cui l’alunno impara attraverso la scoperta, abituandosi a mettere in relazione fenomeni, secondo rapporti logici. Anche in questo ambito, la continuità tra gli ordinamenti è data da una progressiva matematizzazione e generalizzazione di ciò che viene appreso: si partirà perciò da esperienze concrete di osservazione e manipolazione, che permettano al bambino di rapportare alla realtà concreta a lui familiare i semplici concetti matematici e scientifici che gli sono sottoposti, per giungere via via a rappresentazioni sempre più formalizzate (anche tramite il ricorso a grafici, diagrammi, e semplici equazioni) nella scuola secondaria, anche attraverso il ricorso a strumenti tecnologici di varia complessità. In questo percorso è tuttavia  fondamentale, secondo noi, che la matematica e le scienze non vengano presentate o apprese come un insieme di regole da memorizzare e applicare, ma come «contesto per affrontare e porsi problemi significativi e per esplorare e percepire relazioni e strutture che si ritrovano e ricorrono in natura e nelle creazioni dell’uomo» (Ind. Naz., p. 60).

 

SCUOLA DELL’INFANZIA:

  • Progetto “Le parole della scienza: laboratori didattici, osservazione, sperimentazione, ricerca (cfr. 3.c.2.).

SCUOLA PRIMARIA

  • Insegnamento curricolare matematica e scienze: rispettivamente otto o sei e due ore settimanali in ciascuna classe nel quinquennio.
  • Progetto “Le parole della scienza: laboratori didattici, osservazione, sperimentazione, ricerca (cfr.3.c.2.).
  • Laboratorio “Viaggio intorno all’albero” proposto nell’ambito del POF territoriale del Comune di Grugliasco.
  • Laboratorio “Incontro a quattro zampe” proposto nell’ambito del POF territoriale del Comune di Grugliasco.
  • Laboratorio “Il bosco incantato” proposto nell’ambito del POF territoriale del Comune di Grugliasco.
  • Progetto “La Scienza va a scuola: attività laboratoriali con Istituti di Istruzione secondaria di secondo grado.
  • Progetto Diderot: Rinnova..Mente tra codici e numeri

SCUOLA SECONDARIA

  • Insegnamento curricolare matematica e scienze: sei ore settimanali nel tempo normale e otto nel tempo prolungato per i tre anni.
  • Progetto “La città incontra la scienza: attività laboratoriali con Istituti di Istruzione secondaria di secondo grado (Liceo Curie), rivolti a tutte le classi dell’Istituto.
  • Progetto “Viaggio nel corpo umano: laboratorio proposto dall’offerta formativa del Comune di Grugliasco, rivolto alle classi seconde.
  • Progetto “Continenti alla deriva: laboratorio proposto dall’offerta formativa del Comune di Grugliasco, rivolto alle classi terze.
  • Progetto “ Gli esploratori della natura” laboratorio proposto  dal Comune di Grugliasco, rivolto alle classi prime.
  • Coop: progetti per un’educazione al consumo consapevole
  • Progetto Rinnova…mente: tra codici e numeri
  • Giochi matematici d’autunno: in collaborazione con l’Università Bocconi di Milano (cfr. II.3.c.2.).
  • *Olimpiadi di Matematica (cfr. II.3.c.2.).
  • Uscita didattica a “Infini.To” (visita al Parco astronomico di Pino Torinese).
  • Uscita/Soggiorno  al rifugio Juvarre

 

Progetti d’ambito scientifico trasversali e in collaborazione

I progetti di quest’area sono raccolti sotto il titolo comune “Scienziati in erba e matematici sotto radice“. Si tratta di una delle tradizioni del nostro Istituto che ha prodotto nel corso degli anni un’ interessante ricerca nell’ambito matematico-scientifico. Un gruppo di insegnanti dei tre ordini di scuola, infatti, ha condotto uno studio e messo a punto negli anni una serie di iniziative animate dalla convinzione che la formazione scientifica di base promuove competenze utili quali:

  • affrontare temi concernenti la natura, l’ambiente, la tecnica, la salute e lo sviluppo sostenibile
  • orientarsi nella vita e nell’esercizio della cittadinanza.

A queste finalità risponde una serie di iniziative dell’ambito logico-matematico, che hanno ormai una lunga tradizione nel nostro Istituto e hanno dato negli anni numerosi risultati positivi. Le principali sono:

Progetto “Le parole della scienza

Si fonda sulla constatazione che le condizioni che promuovono il successo scolastico e un apprendimento profondo delle discipline scientifiche sono:

  • la comprensione dei concetti scientifici
  • la padronanza delle abilità legate ai processi investigativi.

Per raggiungere le competenze necessarie, il progetto prevede l’individuazione di alcuni concetti-chiave che verranno gradualmente acquisiti a partire già dalla scuola dell’infanzia. A questo scopo sono previste attività laboratoriali di fisica-chimica-biologia rivolte ai nostri alunni, in collaborazione con i docenti di fisica e scienze del liceo “M. Curie”, da svolgere in modalità di peer education e tutoring con gli studenti liceali. Per suscitare sempre maggior interesse e curiosità verso le scienze, si tengono, poi, a cura dei docenti e dei ragazzi del “Portale di Chimica e di Educazione scientifica” dell’ITIS “E. Majorana”, degli spettacoli presso i locali delle nostre scuole.

 

Progetto “Olimpiadi di matematica d’Istituto

Tutte le classi della scuola secondaria di I grado partecipano alle Olimpiadi di matematica, secondo le seguenti modalità:

  • Fase preliminare: nel secondo quadrimestre gli allievi di ogni classe si cimentano nella risoluzione di quesiti e giochi logici, preparati dai docenti del dipartimento di matematica (tempo 1 ora). Vengono selezionati come finalisti 4-5 allievi per ogni classe.
  • Fase conclusiva: i finalisti, suddivisi in tre gruppi (classi prime, seconde e terze) affrontano la prova finale di tipologia analoga alla precedente (tempo 1 ora e 30).
  • Premiazione: alla fine dell’anno scolastico, in occasione delle premiazione delle attività curricolari ed extracurricolari, per ogni tipologia di classe, vengono menzionati i primi dieci classificati e premiati, per lo più con materiale di uso scolastico, i primi tre.

 

Giochi d’Autunno” dell’Università Bocconi

I “Giochi d’Autunno” consistono in una serie di giochi matematici proposti dall’Università Bocconi di Milano che gli studenti della scuola secondaria di primo grado devono risolvere individualmente nel tempo di 90 minuti. La gara si tiene all’interno della scuola nel giorno stabilito dall’università con la supervisione di almeno un docente di matematica dell’Istituto. Le difficoltà dei giochi sono previste in funzione delle diverse categorie: C1, per gli studenti dei prima e seconda media; C2 per gli studenti di terza media.

La partecipazione è volontaria e comporta il versamento di una piccola quota che viene destinata per 2/3 all’ente organizzatore e per 1/3 all’acquisto dei premi per i vincitori.

Le prove raccolte dai docenti vengono inviate al Centro PRISTEM- Università Bocconi, dove una commissione nominata dal Centro stesso, corregge le prove e invia, entro il mese di gennaio, i nominativi dei primi tre classificati per ogni categoria della nostra scuola. La premiazione avviene contestualmente alle premiazioni di fine anno scolastico, secondo le stesse modalità previste per le Olimpiadi di matematica d’Istituto.