Auguri di Pasqua – Città di Grugliasco

Condividi

Cari bambini, cari genitori, cari insegnanti e personale tutto delle scuole di Grugliasco, Buona Pasqua a voi e alle vostre famiglie.

Che voi festeggiate questa ricorrenza o no, la prossima interruzione delle attività scolastiche sarà di certo la più strana e inaspettata vacanza degli ultimi anni.
La sensazione di precarietà e di irrequietezza che ormai permea le vite di tutti noi è difficilmente comprensibile agli adulti, inspiegabile ai bambini.

Ma noi , nonostante l’isolamento fisico a cui siamo coerentemente costretti, non siamo esseri isolati, siamo uomini, donne e bambini di una comunità cittadina che non ha perso finora, e non deve perdere in futuro, la propria unità.

Molteplici sono gli sforzi che l’Amministrazione Comunale sta mettendo in campo per stare vicino a tutti coloro che, praticamente o psicologicamente, ne sentano il bisogno: il più importante tra questi è il coordinamento dei tanti cittadini e delle tante associazione che spontaneamente si sono messi al servizio degli altri donando ore del proprio tempo. A loro va il nostro primo ringraziamento.

Tra le incombenze principali che ricadono sulle spalle di tutti noi adulti c’è però quella di avere un occhio particolare per i più piccoli: la rete di relazioni della “normalità” non devono interrompersi, le loro passioni non devono essere abbandonate, lo studio e la crescita delle competenze non possono venire meno nei giorni che passano in casa.

In nostro soccorso arriva, per fortuna, la tecnologia. Tramite essa riusciamo a parlarci e spesso anche a vederci, tramite essa riusciamo a dare una parvenza di normale quotidianità alla vita dei nostri figli. Ma dietro alla tecnologia ci sono uomini e donne che lavorano per continuare a stare accanto ai bambini e alle famiglie, per dare loro gli strumenti fisici e le conoscenze necessarie per fruire della “didattica a distanza” che stiamo imparando a utilizzare.

Ad essi, educatori, insegnanti, tecnici e dirigenti scolastici va il nostro secondo ringraziamento. Senza la loro capacità di reazione, la loro capacità di convertire il lavoro “in presenza” in lavoro “a distanza”, non potremmo dare ai bambini quel minimo di serenità che si meritano. In questi giorni le istituzioni scolastiche stanno distribuendo i tablet alle famiglie che non ne erano dotate, gli insegnanti di sostegno seguono fianco a fianco gli studenti affidati alle loro cure, l’intero corpo insegnante raggiunge – pur se con modalità e tempi diversi graduati in base all’età degli  alunni – tutti i propri allievi.

L’amministrazione comunale in questo grande lavoro è al loro fianco e, nell’ottica di rendere immediatamente disponibili i locali scolastici quando ciò sarà permesso, sta anticipando tutti i lavori di manutenzione programmati per l’estate. Speriamo in questo modo di agevolare la ripresa, sia che essa avvenga ancora in quest’anno scolastico (le modalità le scopriremo poi), sia che
avvenga nel corso dell’estate o successivamente. Non smettiamo di stare in ascolto.

Cerchiamo di cogliere le necessità e offrire soluzioni, ma vi chiediamo di non esitare a contattarci in caso di bisogno o di segnalarci situazioni di isolamento o difficoltà. Facciamo tutti insieme di questi giorni casalinghi un’occasione per rafforzare i rapporti di
amicizia e solidarietà, all’interno della comunità scolastica e in quella cittadina. Certi che lo stiate già facendo ringraziamo tutti voi, veri artefici del futuro, nel vostro ruolo di genitori e di giovanissimi cittadini.

Doniamo serenità a chi ci sta intorno, noi ve ne auguriamo tanta, nello spirito Pasquale e in
quello dello spirito di comunità.

Il Sindaco – Roberto Montà
L’Assessore Alla Cultura e ai Saperi – Emanuela Gaurino